Castellina in Chianti - Chianti

RICERCA HOTEL


Arrivo
Partenza

 

Hotel in Florence
Hotel in Florence

Hotel a Firenze

 

B&B a Firenze

 

Info utili:

alcune informazioni pratiche utili per visitare la Chianti

Leggi »

News

Assistenza Clienti

Assistenza Clienti


Castellina in Chianti - Chianti

 

Via delle Volte a Castellina in Chianti

Castellina in Chianti è arroccata su un piccolo colle, affacciata sui vigneti e gli uliveti che la circondano e che ne rappresentano una delle maggiori ricchezze.
L’origine di Castellina in Chianti è etrusca. Furono questi geniali e antichi abitanti della Toscana ad popolare per primi quest’area e a lasciarvi testimonianza nella bellissima necropoli del Monte Calvario che si affaccia su uno dei lati del colle su cui sorge la cittadina.

Necropoli Etrusca di Monte Calvario a Castellina in Chianti

Probabilmente l’antico insediamento, venne distrutto durante le invasioni barbariche da parte dei Galli.
A dare nuova vita all’antica Castellina, chiamata Saligolpe, fu la donazione, sotto forma di feudo, da parte della Contessa Matilde ai Conti Guidi. Siamo in pieno medioevo, intorno all’anno 1000, e il villaggio di Castellina, sotto i Guidi, venne fornito della cerchia muraria che è possibile ammirare da Castellina Vecchia.
In seguito i conti Guidi, cedettero il feudo in vassallaggio al vicino castello del Trebbio, corrispondente alla località di Trebbia, a Radda in Chianti, che dotò il villaggio di una rocca. In questo modo il paese di Saligolpe prese il nome di Castellina de’ Trebbiesi.
Siamo nel 1193 quando i Trebbiasi permettono la sottomissione della città a Firenze e nel 1200 Castellina entra a far parte della Lega del Chianti.
Ancora una volta, però, castellina deve subire invasioni e saccheggi. Nel 1397 è Alberigo da Barbiano, a far breccia nella fortezza di Castellina e a depredarla.
Fu Firenze a incaricare Giuliano da Sangallo di ricostruire le mura della città, che riuscirono a resitere bel 44 giorni all’attacco del Duca di Calabria (1452). Purtroppo l’invasione del territorio fiorentino da parte di Alfonso di Aragona a seguito della congiura dei Pazzi, riuscì a far breccia anche a Castellina che venne totalmente distrutta e occupata dalle truppe di Francesco di Giorgio Martini. Il 1483 vede il ritorno di Castellina nella sfera di influenza fiorentina.
Con lo scioglimento della Lega del Chianti, nel 1774 e le riforme di Leopoldo, Castellina divenne indipendente, mantenendo però sempre la sua vocazione come “capitale” del chianti, sia nell’accezione di territorio geografico, sia come centro della produzione vinicola.
Oggi Castellina in Chianti, offre a chi la visita un panorama interessante a livello urbanistico e architettonico.
Sono da notare alcuni palazzi signorili del tardo rinascimento che abbelliscono il centro storico e la chiesa moderna, ma costruita in stile romaico, di san Salvatore, all’interno della quale è conservato un affresco della Madonna con il Bambino di Mastro Signa.
Le vie del paese mantengono una fisionomia da rocca medioevale e i negozi offrono prodotti alimentari locali, olio, vino, carni, e oggetti di artigianato.
Ma Castellina è stata ed è prima di tutto una città dinamica, capace di adattarsi alle esigenze dei vari momenti storici che l’hanno vista protagonista. Per tale motivo appare oggi una proiettata nel futuro, attenta alle esigenze del nuovo turismo e pronta ad offrire l’ospitalità e i servizi necessari per soddisfarla.

Per dormire a Castellina in Chianti suggeriamo Casa Landi (www.casalandi.com)

Casa Landi Castellina in Chianti
una bella sistemazione per la vostra vacanza in Chianti con un ottimo rapporto qualità/prezzo: Castellina in Chianti

Vicino a Castellina in Chianti:
Chiesa di Sant’Agnese
Castello di Fonterutoli